Team Leader, 8 consigli per esserlo | Giovanni Sebastiano Cozza

Non esiste leader se non in rapporto a un team, a un gruppo.

Infatti, a differenza del capo, che può essere imposto, leader è colui che viene riconosciuto come tale dagli altri.

Può essere che la tua azienda ti ponga in un ruolo direttivo, e allora, se vorrai essere un buon team leader, dovrai prima conquistarti la stima e il consenso dei tuoi collaboratori. Ecco quindi alcuni validi consigli per coordinare al meglio il tuo gruppo di lavoro e diventare un ottimo team leader.

1. Definisci gli obiettivi del team

Per che cosa sta lavorando il tuo team? Qual è l’obiettivo più importante? Quali sono gli obiettivi secondari? Stabilisci le priorità tra i vari obiettivi del team, poi per ciascun obiettivo traccia un percorso e una tempistica. Quali risorse dovete sviluppare tu e il tuo team per raggiungere l’obiettivo? Quanto tempo vi occorrerà? Quali ambizioni avete’

2. Valuta le capacità dei singoli e distribuisci i compiti al team

Parlando di leadership situazionale, abbiamo posto l’accento sulla maturità lavorativa e sulla maturità psicologica dei tuoi collaboratori. Valuta le competenze di ciascuna persona del tuo team e stabilisci uno stile di leadership adeguato. In base alle competenze dei singoli, il tuo compito di team leader è quello di comprendere la figura professionale migliore per svolgere una determinata mansione. Un buon team leader sa distribuire il compito giusto alla persona giusta, ottenendo il massimo risultato e facendo in modo che ogni elemento del team si senta gratificato e appagato dal suo compito.

3. Crea spirito di squadra

Un buon team leader è colui che riesce innanzitutto a creare un forte “amalgama” tra i diversi componenti della squadra. Per fare ciò, il team leader deve comprendere molto bene gli equilibri tra le esigenze dei singoli e le necessità del gruppo. successivamente, deve motivare i singoli facendoli sentire parte di un gruppo. Essere parte di un team deve essere motivo di orgoglio, di crescita, di soddisfazione professionale
per ciascuno dei tuoi collaboratori. Lo spirito di squadra può essere sviluppato anche con specifiche giornate dedicate al team building.

4. Confrontati con i tuoi collaboratori

Il team leader deve sempre ricordarsi che i suoi collaboratori sono sotto la sua responsabilità. Cerca di comprendere eventuali malumori, discutine e risolvili prima che essi possano diventare problemi più grandi. Ricorda che se il singolo non riesce a dare il meglio di sé, di riflesso tutto il gruppo ne risentirà i termini di performance e risultati.

5. Delega quando puoi, dirigi quando devi

Un buon team leader sa che il proprio stile di leadership dipende dal contesto. Se ti trovi a lavorare con un gruppo di lavoro esperto, potrai delegare molte più cose e svolgere meno controllo; al contrario, se stai lavorando con un gruppo di neofiti, dovrai assumere uno stile di leadership direttivo e, se necessario, anche autoritario.

6. Sii un esempio

Perché un gruppo dovrebbe seguirti? Semplice, perché tu sei colui che sa dirigere il team meglio degli altri e che, oltre a dare consigli utili, sa sempre come trovare una strada alternativa ai problemi. Non essere quindi uno di quei capi che dettano gli ordini da dietro la scrivania, senza curarsi delle vere difficoltà, ma comportati da vero team leader: trascina il gruppo dei tuoi collaboratori rimboccandoti per primo le mani e dando l’esempio pratico prima di impartire i compiti.

7. Sprona il team a dare sempre il massimo

Spesso le persone si pongono dei limiti “mentali” che ne influenzano i risultati e le possibilità di riuscita. Un vero leader sa quali tasti toccare per spingere il suo gruppo di collaboratori a uscire dalla loro zona di comfort e fare qualcosa di meglio rispetto a quello che avevano sempre fatto. In questo modo, il team leader si fa garante non solo del raggiungimento degli obiettivi della sua squadra, ma anche della crescita personale dei singoli.

8. Festeggia!

Si lavora meglio se si lavora col sorriso e con la consapevolezza che il duro lavoro è fine a un miglioramento reale nella propria vita. Perciò, quando c’è da rimboccarsi le maniche, si lavora concentrati. Ma quando finalmente si raggiungono i risultati, è tempo di gioire. È quindi un bene che il team leader si congratuli con i suoi collaboratori e si ritagli del tempo per festeggiare quanto la squadra ha conseguito attraverso il suo lavoro, lodando i singoli o il gruppo.

Se sei interessato anche a comprendere quali caratteristiche debba sviluppare un leader, leggi anche “Un leader quali caratteristiche deve avere?

Recent Posts

Scrivi quello che vuoi cercare e premi invio!

leadership aziendale ed il ruolo del leader