cruscotto CISL - presidi - GiovanniCozza&Partners

cruscotto
formazione

DOMANDOLOGIA® e LEADERSHIP SITUAZIONALE

CONFIDENZIALE
A group of friends surfing the net on a bridge.
A group of friends surfing the net on a bridge.
underconstruction

  QUESTIONARIO DI PREPARAZIONE

Section 1
Clicca per aprire QUESTIONARIO DI PREPARAZIONE

Sto mostrando 1 - 5 di 5

Luca Calabrese

Ruolo

Dirigente scolastico


Aula#
aprile.23


Punti di Forza

Atteggiamento umile proteso alla risoluzione dei problemi

Punti di miglioramento

Coraggio, incisività

3 argomenti di interesse

Come convincere gli astanti della bontà della mia visione e argomentazione

Un esempio

Tutte le volte che mi trovo in consiglio di istituto noto l'atteggiamento diffidente della parte genitoriale

Lorella Fantini

Ruolo

Dirigente scolastico


Aula#
aprile.23


Punti di Forza

Spirito di servizio, empatia, capacità di relazione, conoscenze, creatività

Punti di miglioramento

Accettare meglio la solitudine ne prendere decisioni, accettare meglio che non ci si deve fidare troppo di nessuno, accettare l'idea che il mio compito è dare ordini

3 argomenti di interesse

Come essere autorevole ma valorizzando il lavoro comune.
Come portare a realizzazione idee potenzialmente valide senza imporle.
Come usare meglio il tempo

Un esempio

Particolari difficoltà si manifestano nella gestione delle maestre (infanzia e primaria) che spesso dissipano energie in conflitti che nascono da atteggiamenti personalistici travestiti da questioni professionali nei quali cercano di "assorbirmi" dalla loro parte. Districarmi tra veti incrociati, complimenti- lusinghe più o meno apertamente interessati.
Bisogno di avere consenso per il bene collettivo che rischia di passare per la scelta di una parte

Chiara Casucci

Ruolo

Dirigente scolastico


Aula#
aprile.23


Punti di Forza

Solarità ed entusiasmo nello svolgere il mio lavoro e la grande passione per la scuola. Capacità di ascoltare i vari punti di vista e cercare di trovare una soluzione condivisa, anche se a volte meno perfetta. Tenere ferma, come stella polare, la costruzione di un clima positivo con i docenti, con lo staff e con il personale ATA: credo fermamente in una visione del lavoro centrato nell'uomo, nelle sue relazioni. Saper chiedere scusa e cercare di migliorare il mio carattere e l'approccio alle incombenze quotidiane.

Punti di miglioramento

Saper gestire i genitori, sempre più invadenti, aggressivi e supponenti. Gestire le mie emozioni in situazione di forte conflitto o di incapacità a prendere decisioni che risultino efficaci. Migliorare l'organizzazione del lavoro; la mole di pratiche da sbrigare mi sottrae molto tempo prezioso che vorrei dedicare per rafforzare la leadership educativa. Rapporti difficili con alcuni dirigenti della rete di ambito o della Provincia molto ambiziosi e "dominanti". Difficoltà a calibrare l'autonomia e la mission dell'Istituto, cui i docenti credono e per la quale lavorano in sinergia, con le continue incursioni e richieste del territorio: Enti locali, Enti pubblici, Università e associazioni.

3 argomenti di interesse

1) Come mettere in pratica la mole le dichiarazioni progettuali contenute nei documenti fondamentali dell'Istituto (RAV, PdM, PTOF, RS, ecc); personalmente avverto spesso una scollatura - o un'incapacità - ad attualizzare e tenere sotto controllo tutto il processo che sembra sfuggire ad una sua compiuta realizzazione e al suo controllo.
2) La difficile gestione delle famiglie (genitori ma anche altri parenti), adulti estremamente ansiosi e ben più fragili dei loro figli, che frequentemente non sono in grado di porsi nei confronti dell'istituzione con il necessario rispetto della professionalità e del ruolo degli operatori scolastici. Si assiste ad una costante perdita di fiducia nell'operato della scuola alla quale, contemporaneamente, si addossa gran parte della responsabilità di un fallimento o della difficoltà - di apprendimento o di crescita personale - dei propri figli.
3) Approfondire l'argomento del dirigente come leader educativo che sa motivare, gratificare, innovare e sa gestire il cambiamento, definendone la direzione e condividendola con l’organizzazione.

Un esempio

Proposte di cambiamenti di tipo didattico e/o organizzativo portate nel Collegio docenti e che riscontrano forti opposizioni da parte un gruppo di docenti (sempre gli stessi.
Come stimolare, accompagnare e motivare il cambiamento, nonostante una nuova proposta preveda sempre il coinvolgimento dei dipartimenti ed un lavoro di analisi, riflessione, condivisione e preparazione del progetto da parte del mio staff composto da ben nove docenti con cui facciamo un incontro di tre ore settimanale?

NOTE

L'augurio è quello di un confronto approfondito sulle dinamiche di gestione delle persone, che a mio avviso rappresentano le fondamenta sulle quali costruire la mia attività di dirigente.

Tania Testoni

Ruolo

Dirigente scolastico


Aula#
aprile.23


Punti di Forza

Pazienza, calma, visione di insieme

Punti di miglioramento

Comunicazione persuasiva

3 argomenti di interesse

Gestione conflitti
Trasparenza e privacy
Progettazione europea pnrr

Un esempio

Conflitto genitori- docente, docente preparato ma poco flessibile che tende a programmare tutto in maniera eccessiva e lascia poco spazio ai bambini per parlare esprimere le loro opinioni, crearsi uno spirito critico

Barbara Cappellini

Ruolo

Dirigente scolastico


Aula#
aprile.23


Punti di Forza

Entusiasmo, curiosità, interesse per le persone, assetata di cultura, volontà di crescere e far crescere

Punti di miglioramento

non lasciarmi ferire, mantenere lucidità rispetto alle emozioni, organizzare il mio tempo per non sacrificarmi

3 argomenti di interesse

GESTIONE EMOTIVITÀ QUANDO SIAMO AGGREDITI ANCHE VIOLENTEMENTE

Gestione del personale

Conoscenza di occasioni formative e di accesso a finanziamenti

Un esempio

Genitori aggressivi e falsamente equi. “Non voglio difendere mio figlio”, ma ti voglio distruggere.

  QUIZ DOMANDOLOGIA ®

Section 1
Clicca per aprire QUIZ

Sto mostrando 1 - 10 di 10

 AULA# Data Nome Cognome % 1° uso Ruolo Azienda ReferenteN.
9 Aprile, 2023MarilenaAndreolini75,00SIdirigente scolasticoISTITUTO COMPRENSIVO OSTRA10
6 Aprile, 2023ValeriaAlemanni68,75SIDirigente ScolasticoIC 2 Acqui9
5 Aprile, 2023MarilenaAnello81,25SIDirigente scolasticoLiceo Scientifico "Palmeri" di Termini Imerese (PA)8
5 Aprile, 2023BarbaraCappellini43,75SIDirigente scolasticoMiur7
5 Aprile, 2023SebastianRuggiero43,75SIDirigente ScolasticoIstruzione6
5 Aprile, 2023ChiaraCasucci75,00SIDIRIGENTE SCOLASTICOI.I.S. BENEDETTO VARCHI5
31 Marzo, 2023VitoChiariello50,00SIDirigente scolasticoMIM4
30 Marzo, 2023LucaCalabrese56,25SIDirigente ScolasticoMIURPaola Serafin3
30 Marzo, 2023LorellaFantini62,50SIDirigente scolasticoIC V DONATELLO - PADOVA2
Aprile2330 Marzo, 2023TaniaTestoni31,25SIDirigente scolasticiMiur1
 AULA# Data Nome Cognome % 1° uso Ruolo Azienda ReferenteN.
MEDIA NAZIONALE
AULA [pre corso]

%

AULA [post corso]

%

  QUIZ LEADERSHIP SITUAZIONALE

Section 1
Clicca per aprire QUIZ
 AULA# data Nome Cognome % Eff.% rischi Ruolo Azienda ref.REPORTN.
19 Settembre, 2023MarilenaAnello68,75[gravitymath decimals="2"] 0,00 + 0,00 [/gravitymath]Dirigente scolasticomiur Scarica PDF 8
18 Settembre, 2023MarilenaAndreolini31,25[gravitymath decimals="2"] 0,00 + 18,75 [/gravitymath]dirigente scolasticomiurpaola serafin Scarica PDF 7
15 Settembre, 2023ValeriaAlemanni37,50[gravitymath decimals="2"] 12,50 + 12,50 [/gravitymath]Dirigente Scolasticomiurpaola serafin Scarica PDF 6
14 Settembre, 2023VitoChiariello18,75[gravitymath decimals="2"] 25,00 + 12,50 [/gravitymath]Dirigente scolasticomiurpaola serafin Scarica PDF 5
13 Settembre, 2023LorellaFantini56,25[gravitymath decimals="2"] 6,25 + 6,25 [/gravitymath]Dirigente scolasticomiur Scarica PDF 4
8 Settembre, 2023MariaVella18,75[gravitymath decimals="2"] 18,75 + 18,75 [/gravitymath]Dirigente scolasticomiur Scarica PDF 3
8 Settembre, 2023TaniaTestoni31,25[gravitymath decimals="2"] 12,50 + 25,00 [/gravitymath]Dirigente scolasticomiurpaola serafin Scarica PDF 2
8 Settembre, 2023BarbaraCappellini18,75[gravitymath decimals="2"] 31,25 + 25,00 [/gravitymath]Dirigente scolasticomiurpaola serafin Scarica PDF 1
 AULA# data Nome Cognome % Eff.% rischi Ruolo Azienda ref.REPORTN.
MEDIA NAZIONALE
AULA exec [pre corso]

%

AULA exec [post corso]

%

  FEEDBACK AI SINGOLI MODULI (globale)

Section 1
Clicca per aprire FEEDBACK


Vito Chiariello

3 Novembre 2023

Ho imparato la potenzialità della comunicazione: una comunicazione empatica, adatta allo stile dell’ interlocutore e che lo interpella, si rivela efficace per la comunicazione stessa e per la gestione di comunità complesse, come è l’ istituzione scolastica.

link pubblico su google

Barbara Cappellini
20 Aprile 2023

Eccellente corso per strutturare competenze dialettiche imprescindibili

link pubblico su google

Chiara Casucci
16 Aprile 2023

Finalmente un corso dove, passo passo, ci si allena a diventare competenti su alcune metodologie, con un gruppo di pari (una comunità di pratiche) che, con il suo coach, trova il coraggio di provare ad andare in bicicletta, a cadere e ritentare una e più volte. Da provare!

link pubblico su google

Sto mostrando 1 - 19 di 19

 Aula# Nome Cognome Valutazione Azienda CORSO REFERENTE DataN.
Presidi.01ValeriaAlemanniMolto BuonamiurFU 3 - MANAGEMENT SITUAZIONALEPaola Serafin27 Dicembre, 202319
Presidi.01MarilenaAnelloOttimamiurFU 3 - MANAGEMENT SITUAZIONALEPaola Serafin3 Dicembre, 202318
Presidi.01VitoChiarielloOttimamiurFU 3 - MANAGEMENT SITUAZIONALEPaola Serafin3 Novembre, 202317
ValeriaAlemanniMolto BuonamiurDomandologia - modulo 5paola serafin28 Maggio, 202316
VitoChiarielloMolto BuonamiurDomandologia - modulo 5paola serafin20 Maggio, 202315
BarbaraCappelliniOttimamiurDomandologia - modulo 5paola serafin20 Maggio, 202314
VitoChiarielloOttimamiurDomandologia 3-4Paola Serafin2 Maggio, 202313
ValeriaAlemanniMolto BuonamiurDomandologia 3-4Paola Serafin1 Maggio, 202312
LorellaFantiniMolto BuonamiurDomandologia 3-4Paola Serafin30 Aprile, 202311
MarilenaAndreoliniMolto BuonamiurDomandologia 1-2Paola Serafin19 Aprile, 202310
BarbaraCappelliniOttimamiurDomandologia 3-4Paola Serafin19 Aprile, 20239
BarbaraCappelliniOttimamiurDomandologia 1-2Paola Serafin17 Aprile, 20238
TaniaTestoniMolto BuonamiurDomandologia 1-2Paola Serafin17 Aprile, 20237
LucaCalabreseBuonamiurDomandologia 1-2Paola Serafin16 Aprile, 20236
ValeriaAlemanniMolto BuonamiurDomandologia 1-2Paola Serafin16 Aprile, 20235
MarilenaAnelloOttimamiurDomandologia 1-2Paola Serafin16 Aprile, 20234
ChiaraCasucciMolto BuonamiurDomandologia 1-2Paola Serafin16 Aprile, 20233
LorellaFantiniBuonamiurDomandologia 1-2Paola Serafin16 Aprile, 20232
VitoChiarielloOttimamiurDomandologia 1-2Paola Serafin15 Aprile, 20231
 Aula# Nome Cognome Valutazione Azienda CORSO REFERENTE DataN.
STATISTICA
FEEDBACK
ITALIA
FEEDBACK DOMANDOLOGIA 1-2
FEEDBACK DOMANDOLOGIA 3-4
FEEDBACK DOMANDOLOGIA 5
FEEDBACK MANAGEMENT 1-2
FEEDBACK
FU 1
FEEDBACK
FU 2
FEEDBACK
FU 3

  VERIFICA APPRENDIMENTO DOMANDOLOGIA®

Section 1
Apri verifica

Solo superando la prova con un punteggio di almeno 7 su 10, si viene inseriti nell'albo dei Domandologi.

Sto mostrando 1 - 7 di 7

 Data Aula# Azienda Nome CognomeDiploma Score REFERENTE LINKN.
1 Maggio, 2023miurValeriaAlemanni7Paola Serafinistitutocomprensivodueacquiterme.edu.it7
1 Maggio, 2023miurMarilenaAndreolini7Paola Serafin6
1 Maggio, 2023miurChiaraCasucci8Paola Serafin5
27 Aprile, 2023miurSebastianRuggiero7Paola Serafin4
27 Aprile, 2023miurTaniaTestoni7Paola Serafin3
23 Aprile, 2023miurVitoChiariello7Paola Serafin2
19 Aprile, 2023miurBarbaraCappellini8Paola Serafin1
 Data Aula# Azienda Nome CognomeDiploma Score REFERENTE LINKN.
‘ ajax=’true’

COMMENTI DEI PARTECIPANTI (globale)

Section 1
Apri commenti

Sto mostrando 1 - 19 di 19

AziendaNome CorsoAula#NomeFeedback1-Quali strumenti applicherai ?2- Cosa hai maggiormente apprezzato?3-AGGETTIVI FORMATORE4-Cosa ostacola il 100& del tuo potenziale?5-Cosa merita più tempo?6- Suggerimenti per altri argomenti7- Come migliorare questa formazione8- sei interessati ad altri argomentiCONSIGLI QUESTO WEBINARREVIEWN.
miurFU 3 - MANAGEMENT SITUAZIONALEPresidi.01ValeriaMolto Buona

affidare il compito
ricerca dello stile
individuare motivenza

la semplicità richiesta per questo stile di leadership per ottenere qualità

chiaro
sintetico ma esaustivo
efficace
empatico

la scarsa pratica nell'applicare il processo

esercizi sullo stile da usare in quella situazione

analisi e risoluzione di situazioni mirate ai vari stakeholder che un dirigente scolastico può avere

già risposto in domanda 6

relazione con enti esterni per ricerca sponsor, etc

sisi19
miurFU 3 - MANAGEMENT SITUAZIONALEPresidi.01MarilenaOttima

Analisi della motivenza.
Utilizzo di stili di leadership diversi.
Formulazione prevalente di domande aperte.

La modalità laboratoriale/interattiva della formazione ha permesso di collegare le nuove acquisizioni alla propria esperienza.

Competente, duttile, coinvolgente

Applicazione non costante dei nuovi apprendimenti (questi ultimi non sono ancora diventati automatismi)

Se i temi che richiedono più tempo si possono identificare con quelli risultati più complessi, si tratta dell'esercitazione sulla formulazione delle domande aperte per l'efficace gestione dello stile partecipativo e la gestione delle obiezioni.

La sessione formativa in sé credo sia completa e ben articolata. Non come aggiunta, ma come altro tema di interesse in materia di leadership, vedrei una sessione sull'efficacia del parlare in pubblico.

La ritengo già efficace in quanto dosa bene l'aspetto teorico con quello pratico/laboratoriale. Potrebbero inoltre essere forniti, per analisi e studio, dei filmati su situazioni comunicative complesse ben gestite, così da assimilare alcune pressi anche con questo mezzo.

Efficacia dei discorsi in pubblico: strategie per strutturarli in modo interessante per chi ascolta.

sisi18
miurFU 3 - MANAGEMENT SITUAZIONALEPresidi.01VitoOttima

1. Domande aperte perimetrale
2. Leadership situazionale
3. Riformulazione

Capire che l'efficacia di una giusta comunicazione

Chiaro, Disponibile, Coach

Atteggiamenti più o meno consolidati nel tempo

Domande aperte perimetrate: hanno una grande dirompenza se usate in modo appropriato

Nessuno...per ora va bene così

Efficacia top

Per ora, no!

sisi17
miurDomandologia - modulo 5ValeriaMolto Buona

essere più empatico
riformulare le domande in modo costruttivo
provare il metodo TOD

il RECAP del metodo DARE (non è facile renderlo spontaneo )

empatici
propositivi
precisi
preparati

soprattutto la mancanza di tempo , in questa ultima fase dell'anno scolastico, per potermi esercitare al meglio

formulare e riformulare domande aperte

casi pratici...compiti di realtà

diluire il corso durante l'anno scolastico

per ora non saprei

sisi16
miurDomandologia - modulo 5VitoMolto Buona

Domande aperte perimetrate
TOD

TOD

Chiari
Empatici
Briosi

Abitudine di atteggiamenti/comportamenti

Il TOD...molto più impegnativo della formulazione delle domande aperte perimetrate

Nessuno...sono già impegnativi quelli affrontati

Va bene così

Per il momento no

sisi15
miurDomandologia - modulo 5BarbaraOttima

TOD
"IL VANTAGGIO"

LA POSSIBILITA' DI RAGIONARE CON I PARTECIPANTI E CON IL FORMATORE

CONCRETO, DISPONIBILE, COLTO

LA DIFFICOLTA' DI APPLICARE NEI CONTESTI

ESAME E SIMULAZIONE DI CASI CONCRETI

ATTEGGIAMENTI POSSIBILI DA ASSUMERE IN CONTESTI COMPLESSI: GENITORI LITIGIOSI. COME STEMPERARE SITUAZIONI AD ALTA TENSIONE.

OFFIRE BAGAGLI LESSICALI

SONO MOLTO INTERESSATA. GESTIONE DEI GRUPPI E DELLE DINAMICHE TOSSICHE DEI GRUPPI

sisi14
miurDomandologia 3-4VitoOttima

1. TOD
2. DOMANDE APERTE PERIMETRATE
3. RIFORMULAZIONE

La portata empatica delle domande aperte perimetrate

Competente
Chiaro
Empatico
Flessibile

Le incrostazioni comunicative

TOD
Formulazione domande aperte perimetrate

Nessuno per il momento

Va bene così

Per ora NO

sisi13
miurDomandologia 3-4ValeriaMolto Buona

domande aperte
domande aperte perimetrate
ascoltare

l'impostazione del corso volto al coinvolgimento e alla riflessione

ascoltatori
empatici
critici
costruttivi

trasformare in prassi gli strumenti forniti dal corso

provare a formulare e a riformulare le domande in modo costruttivo e preciso

la gestione delle relazioni tra pari e/o superiori in caso di reti di scuole e/o convenzioni

mi ritengo soddisfatta

mi esprimerò a fine corso

sisi12
miurDomandologia 3-4LorellaMolto Buona

Analisi domande
SHBC
Individuazione punto di atterraggio

La possibiltà di scoprire altri punti di vista

Paziente
Attento

Non mi riconosco molto in questa logica ma credo che mi manchi la capacità di "calcolare le mosse"

Analisi e riformulazione domande

Mi sembra completa. Forse (ma credo sia al di fuori degli obiettivi del corso) potrebbe essere utile qualche riferimento teorico.

Potenziare gli esercizi

Focus sul ruolo del dirigente

sino11
miurDomandologia 1-2MarilenaMolto Buona

- Uso dell'empatia per l'ascolto attivo
- Riformulare i pensieri dell'altro
- Cercare di comprendere le reali obiezioni

La centralizzazione sugli obietti connessi alla professione dei dirigenti scolastici

La capacità di coinvolgimento attivo

Competenti

Attenti

La scarsa capacità di concentrami s questioni che non siano di stretto lavoro

La mole dei compiti

Esercitazione pratica con domande perimetrate nelle situazioni della quotidianità

Riferimenti a principi di psicologia

Facendo in modo che l'interattività tra i discenti aumenti l'apprendimento

Sì, sempre sui i temi della leadership, applicata alle organizzazioni complesse.

sino10
miurDomandologia 3-4BarbaraOttima

SHBC e domande aperte perimetrate

La possibilità di applicazione e di rielaborazione immediata

Chiaro, pragmatico, attivo, vigile

La possibilità di esercitarsi con calma

La rielaborazione e l’applicazione ad esempio pratici

Gestire un interlocutore che non segue una logica

Continuare con la parte applicativa

Auto efficacia
Gestione di colloqui ad alto livello di tensione

sisi9
miurDomandologia 1-2BarbaraOttima

riformulazione delle domande

l'elemento interattivo della formazione

chiaro, diretto, efficace, sintetico

troppi condizionamenti esterni sovrapposti che impediscono di riflettere

la possibilità di esercitarsi. la retorica ha bisogno di pratica

una simulazione di un contesto stressante in cui gestire il dialogo

mettendo i corsisti sempre più in condizione di avere strumenti dialogici per gestire i conflitti

tutta la sfera delle soft skills necessarie per una leadership efficace, gestione del tempo privato compresa

sino8
miurDomandologia 1-2TaniaMolto Buona

Domande aperte , posizione d’ascolto, domande aperte perimetrale

Scambio di idee

Chiaro, sintetico, coinvolgente

La fretta

Esercizi sul porre domande

Situazioni e domande

Andava tutto bene

Al momento no

sisi7
miurDomandologia 1-2LucaBuona

Sicuramente ho potuto riflettere su vari aspetti della comunicazione, ad oggi però mi è molto difficile l'applicazione concreta delle domande aperte perimetrate per una mia incapacità nella formulazione.

L'intelligenza e la preparazione dei miei colleghi che risultavano da esempio per me

Serafico

L'ambiente di lavoro personale

Penso tutti, sicuramente bisognerebbe fare un riepilogo della puntata precedente ad ogni puntata successiva

Nessuno

Espandendo le ore dedicate

Non saprei

nosi6
miurDomandologia 1-2ValeriaMolto Buona

ascolto
domande aperte possibilmente perimetrate
dialogo

la riflessione sui 4 tipi di domande

ascoltatori
accoglienti
competenti

soprattutto la mancanza di tempo

la trasformazione delle domande da chiuse ad aperte
l'ascolto delle risposte
il passaggio all'azione concreta

lo studio di un caso specifico inerente i vari stakeholders

la risoluzione di casi concreti

aspetto la fine del corso per pronunciarmi

sisi5
miurDomandologia 1-2MarilenaOttima

Limitazione delle domande chiuse e maggiore uso delle domande aperte, privilegiando quelle perimetrate.

La competenza del formatore, la chiarezza degli argomenti e la loro risonanza rispetto all'esperienza quotidiana. Anche il clima di lavoro all'interno del gruppo si apprezza per la sua positività.

Competente, esperto, naturale nel modo di gestire sia gli aspetti formativi che quelli relazionali delle lezioni.

Il raggiungimento del 100% del mio potenziale è ostacolato dal fatto che prevale ancora una comunicazione "spontanea" piuttosto che ponderata e strategica.

Le esercitazioni in situazione reale (al momento mi risulta difficile applicare bene al di fuori delle simulazioni quanto imparato).

Degli spunti su differenziazioni comunicative a seconda delle diverse categorie di interlocutori.

Penso vada bene.

Sì, interessata anche se non a breve termine. Tematiche sempre riconducibili alla gestione di organizzazioni complesse.

sisi4
miurDomandologia 1-2ChiaraMolto Buona

1) Domande aperte perimetrate
2) Ascoltare con empatia
3) Porre domande affinché l'interlocutore si senta accolto

Il continuo scambio di riflessioni nel gruppo di dirigenti in formazione: un vero esempio di comunità di pratiche

Motivante, stimolante, empatico, accogliente

La possibilità di fare pratica con domande che mettano a frutto la competenza maieutica

Il tema dell'ascolto profondo e delle risposte adeguate: come ascoltare l'altro con attenzione, senza pregiudizi e possedere una varietà di tecniche per rispondere equilibrando ciò che si "deve dire" con il "come lo si dice" in base all'interlocutore e alla circostanza, al contesto

Quello della riformulazione del discorso, quando si verifica un fraintendimento

Proponendo maggior materiale da approfondire o con il quale esercitarsi.

Approfondire gli stili comunicativi utilizziamo, i loro vantaggi e svantaggi in relazione al/ai nostro/i interlocutori, le possibili conseguenze e i correttivi

sisi3
miurDomandologia 1-2LorellaBuona

Analisi delle domande
Quadrante dell'apprendimento
Empatia

La possibilità di confrontarmi con i colleghi senza l'urgenza di scadenze, ovvero la possibilità di fermarsi a riflettere, a bocce ferme, sulle modalità di comunicazione.

Sicuro
Attento a ciascuno

Se devo essere sincera, è una domanda che mi indispone un po'. Di natura non sono competitiva e questa mi sembra una domanda con un sottofondo di tipo agonistico-volontaristico. Rimane in sottofondo non esplicitato che cosa si intende con potenziale: Successo? Dominio sugli altri? Autostima?
Detto questo, credo che il mio ostacolo principale sia un approccio alle persone troppo trasparente, non mi piace avere secondi fini, manipolare le persone, fare calcoli per imporre la mia visione. Continuo a credere che la logica dei fatti debba essere la guida principale.

Mi è dispiaciuto aver perso l'esercizio sull'ascolto, credo che sia uno dei temi fondamentali insieme all'analisi delle domande

Francamente c'è già tanto su cui riflettere e di cui prendere coscienza.
Forse si potrebbe ampliare la parte relativa ai limiti che si pongono con le DAP che permettono di condizionare o indirizzare il dialogo

Forse potenziare la parte di esercizio

Questo primo blocco è dedicato principalmente alle domande, credo che ci dovrebbe essere spazio anche per le risposte, sia date che ricevute. Se chi domanda guida, in un dialogo dobbiamo accettare la condizione che anche l'altro guida.
Il problema è armonizzare i due percorsi in modo che siano soddisfacenti per tutti ( e qui il caro vecchio Socrate ci viene incontro, lo scopo finale del dialogo socratico è una verità condivisa da tutti gli interlocutori)

sino2
miurDomandologia 1-2VitoOttima

Esercitazione a formulare domande aperte perimetrate
Rinforzarmi sull'approccio empatico (più che simpatico)
Esercitarmi sulla capacità di ascolto senza sovrappormi sull'altro che parla (facendogli finire il discorso)

La strategia comunicativa delle domande aperte perimetrate

Chiaro, brioso, mai scontato, rassicurante e coach

Le abitudini pregresse

Cambiamento della strategia comunicativa (necessita di pratica e di tempo adeguato non sempre a disposizione)

Nessuno per il momento

Va bene così

Al momento no

sisi1
AziendaNome CorsoAula#NomeFeedback1-Quali strumenti applicherai ?2- Cosa hai maggiormente apprezzato?3-AGGETTIVI FORMATORE4-Cosa ostacola il 100& del tuo potenziale?5-Cosa merita più tempo?6- Suggerimenti per altri argomenti7- Come migliorare questa formazione8- sei interessati ad altri argomentiCONSIGLI QUESTO WEBINARREVIEWN.
AULA 1
HANNO SUPERATO LA VERIFICA
su 20

  COMPITI A CASA (globale)

Section 1
Apri compiti

Sto mostrando 1 - 15 di 15

Valeria Alemanni

Dirigente Scolastico



FU 3 - MANAGEMENT SITUAZIONALE

Aula:
Presidi.01


1°Report

obiettivo: formare gruppo di lavoro PNRR formazione

In qualità di ds, ho presentato durante sedute degli organi collegiali preposti l'opportunità di usare le risorse del PNRR formazione, ho concluso affermando che avremmo dovuto costituire il gruppo di lavoro; se qualcuno avesse avuto il piacere di farne parte, di iniziare in via informale a comunicarmelo.
Nei giorni successivi, si è presentata la referente per la formazione e l'animatore digitale.
Entrambe in modo spontaneo.
Con loro, abbiamo ipotizzato di coinvolgere altri 2 docenti per completare il gruppo.
Ho convocato nel mio ufficio le docenti in due momenti diversi e formulato la proposta.

PRIMO CASO
"Professoressa quali opportunità potrebbero esserci per lei e per tutti i docenti di lingue straniere se facesse parte del nostro gruppo di lavoro?"
"Sicuramente potrei direttamente mirare a scelte formative ad hoc, ma ho già molti impegni scolastici"
"Nel gruppo si condividono le scelte e si spartiscono le fatiche"
"Ce la farò a conciliare?"
"Faremo un calendario che vada bene al team"
"Allora accetto"

SECONDO CASO
"Professoressa quali opportunità potrebbero esserci per lei e per tutti i docenti della scuola dell'infanzia se facesse parte del nostro gruppo di lavoro?"
"Sarebbe la prima volta in cui un ordine di scuola non dell'obbligo ha la possibilità di formarsi e quindi potrei dire la mia in modo diretto, ma ho paura di non essere all'altezza"
"Nel gruppo si condividono le competenze e ci si confronta supportandoci"
"Allora ci provo"
Ho utilizzato la motivenza, nel primo caso M4 e nel secondo caso M2.

Nella formazione di un gruppo di lavoro, se ho all'inizio una partecipazione spontanea, può funzionare il completamento in questo modo.
Diversamente, se non si presenta nessuno, dovrò usare la motivenza M3 e partire da domande influenzate per far riflettere gli interlocutori.

Marilena Anello

Dirigente scolastico



FU 1 - MANAGEMENT SITUAZIONALE

Aula:
Presidi.01


1°Report

1) Chi e dove? Assistente amministrativa dell'ufficio protocollo ed io, nell'Ufficio protocollo.
2) In che modo? Ci sono alcune comunicazioni che, oltre ad essere pubblicate sul sito (che garantisce conoscibilità generale dell'atto ma non un feedback di riscontro), chiedo siano pubblicate anche sul Registro elettronico (dove vi è possibilità di presa visione, adesione, quindi di un riscontro da parte dei destinatari). Dico quindi: "Signora, questa circolare inviamola al Registro elettronico chiedendo la presa visione di docenti, genitori e alunni". L'assistente amministrativa mi risponde: "Non so se ne sono capace, da poco ho imparato ha inviare i documenti sul sito internet ma sul registro elettronico non l'ho mai fatto". Io: "Le dò una bella notizia, inviare i documenti sul registro elettronico è ancora più semplice che sul sito perché c'è un canale diretto dalla segreteria digitale al registro". Assistente amministrativa: "Sì? Non l'ho mai usato". Quindi io: "Un attimo che lo facciamo insieme e le prossime volte vedrà che andrà spedita". A questo punto le indico il percorso da cliccare per raggiungere il risultato.
3) Risultati. Dato che la persona in questione era motivata ma necessitava di acquisire competenze, lo stile formativo ha fatto sì che abbia imparato e nelle prossime situazioni analoghe sarà autonoma.
4) Strumenti. Ho utilizzato l'analisi della motivenza e conseguentemente lo stile formativo.
5) E' già la seconda volta che utilizzo questo stile con la persona in questione (in precedenza avevamo raggiunto allo stesso modo l'obiettivo di imparare a pubblicare sul web). In questa fase probabilmente occorrerà utilizzare con lei ancora lo stesso stile, fin quando non si sentirà sicura per essere più ampiamente delegata.

Vito Chiariello

Dirigente scolastico



FU 1 - MANAGEMENT SITUAZIONALE

Aula:
Presidi.01


1°Report

1. Dialogo tra me e una mamma in merito al servizio di refezione scolastica negli uffici di presidenza

2. Si presenta, senza appuntamento, una mamma, chiedendo di colloquiare con me per il problema mensa. Dopo alcuni minuti di attesa, entra in presidenza ed inizia il seguente dialogo:

Io: Buongiorno, signora! Piacere, sono il preside
Mamma: Buongiorno a lei, preside! Sono la mamma di...
Io: Mi dica
Mamma: Preside, qui abbiamo il grande problema della mensa. A nostro avviso la qualità del cibo è scadente, i nostri figli non mangiano e noi non possiamo permettere che rimangano digiuni fino alle 16.30
Io: Guardi, signora, ho saputo pure io dei problemi della mensa. Ho già contattato gli Uffici comunali e, probabilmente, lunedì ci sarà un'ispezione da parte degli stessi uffici sulla qualità del servizio di refezione scolastica.
Mamma: bene, preside! Ma noi nel frattempo le vorremmo chiedere se fosse possibile: a. Portare il panino; 2. Prelevare i figli all' ora di pranzo e riportarli nel pomeriggio.
Io: Mi dispiace, capisco il vostro disagio e la vostra giusta preoccupazione, ma non posso permettere né l'una né l'altra. Nel primo caso esiste un regolamento comunale che esplicita chiaramente che non possono essere introdotti cibi dall' esterno; nell' altro, ricordo che il tempo mensa è un tempo didattico ed educativo a tutti gli effetti.
Allora, c'è un problema e prima di prendere iniziative sull'onda emotiva io vi chiedo: cosa possiamo fare insieme per risolvere e migliorare il problema mensa???
Mamma: preside, se non è possibile né l'una né l'altra, per prima cosa potremmo chiedere un incontro agli Uffici comunali.
Io: bene signora! Io da parte mia e voi da parte vostra, agiamo perché il problema si risolva.
Mamma: Grazie Preside!
Io: A lei! Ci aggiorniamo

3. RISULTATI: ho guidato i genitori per una strada normativamente percorribile di risoluzione del problema

4. Empatia (io vostro è anche il mio problema; comprendo il vostro disagio). Domande aperte limitate mantenendo intatto il punto di caduta (il servizio mensa).

5. Continuerò ad usare questi strumenti

Marilena Anello

Dirigente scolastico



Leadership Situazionale 1-2

Aula:
Presidi.01


1°Report

E' il caso di due collaboratrici molto competenti e motivate e anche in armonia fra loro. A seguito della mia presa di consapevolezza del loro livello di "motivenza" (4), non ritengo più una disattenzione o scarsa considerazione da parte mia il fatto di non dedicare loro molto tempo per dare istruzioni o indirizzare modalità attuative, ma utilizzo senza remore lo stile delegativo. Recentemente vi è stato da organizzare l'ora alternativa alla mensa, mensa che purtroppo per problemi strutturali non può partire: ho parlato con le collaboratrici di quale è stata la delibera del Consiglio di Istituto in merito alla questione e del fatto in mancanza di mensa che le famiglie possono scegliere fra due alternative (spuntino veloce all'interno di un progetto "Interscuola" oppure uscita da scuola e rientro dopo un'ora per pranzare a casa), dopo di che in autonomia le collaboratrici hanno lavorato a tutto il piano attuativo da sole (circolari, modulistica), mostrandomi direttamente il lavoro finito al quale ho solo dovuto dare l'ok per la pubblicazione.

Luca Calabrese

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



1°Report

Ero insieme a dei colleghi ad un seminario di natura tecnica sull'attività negoziale istituzionale nella città di Lecce. Nell'intento esplicito di cercare di utilizzare la tecnica della Domandologia sono andato al bar ed ho chiesto come suggerito dalle slide "Qual'è il vantaggio che mi prepari un buon caffè" ricevendo in effetti una risposta ingaggiante da parte dell'interlocutore questa tecnica l'ho utilizzata successivamente durante la stessa pausa del seminario con un relatore ricevendo appunto come da intenti del corso delle risposte non scontate che portavano al risulta ti di avere un maggiore feedback della comunicazione. Ho dunque migliorato la consapevolezza che utilizzando queste tecniche il "comando" del flusso comunicativo risiedeva in me. Mi propongo di migliorare ulteriormente le competenze nei successivi casi contestualizzati ed anche fuori dal contesto.

Carica la foto

Valeria Alemanni

Dirigente Scolastico



Domandologia 3-4



1°Report

i docenti della scuola primaria, per coincidenza con festività e ponti, hanno saltato le due ore di programmazione per due settimane; per evitare che accada la terza volta, comunicando per tempo, la ds propone la modifica del giorno (da martedì a giovedì); alla ds viene riferito che n 2 docenti obiettano...

ds: SHBC ci sono problemi a passare al giovedì questa settimana

docenti: abbiamo impegni....

ds: quale è il vantaggio di fare programmazione con i colleghi?

docenti: scambio di criticità etc....in effetti è un po' che non la facciamo per via delle feste...

ds: SHBC ne riconoscete l'utilità e fossi in voi la penserei così...

docenti: telefoniamo e vediamo se possiamo cambiare data impegno..
RISULTATO:tutti hanno partecipato alla programmazione

Barbara Cappellini

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



Report->

ciao Giovanni,
riguardo al caso che ti avevo proposto ieri, grazie dell'affinamento... fantastico

Non ho potuto usarlo, ma lo tesaurizzo per il futuro, perché la signora voleva altro.
Si è seduta e mi dice: "una domanda secca, ma l'assistente sociale vi ha contattato?".

meno male che ero preparata a ragionare con il testo di ieri, perché ho potuto arginarla anche se con affermazioni da parte mia.
Si tratta di una guerra famigliare e io non c'entro nulla.

Comunque ho esordito con un "agli atti non abbiamo nulla". Poi ha minacciato le solite cose: vi faccio scrivere dall'avvocato ecc.
Ho dovuto precisare che io mi riferisco solo al giudice.
non me la sono sentita di avventurarmi in test linguistici.

problema che ti pongo: tutti abbiamo tantissimi genitori con una marea di problemi comportamentali e cognitivi.
Non mi seguono in un percorso dialettico...

La signora in questione sarebbe stata affrontabile con lo schema SHBC se avesse trattato temi come quello dei voti. Non me la sono sentita con tematiche inerenti gli assistenti sociali.

Ho invece applicato il qual è il vantaggio come segue in un altro contesto:

un docente mio collaboratore:
"io non lavoro con quella persona, non mi ci metto proprio"
barbara: "comprendo l'obiezione e conosco i trascorsi, ma proviamo insieme a pensare. Qual è il vantaggio di scegliere questa persona se pensiamo all'efficacia del risultato, non ai rapporti personali?"
docente: "sono consapevole della sua serietà, basta che non si intrometta"
e il dialogo è continuato così.
io voglio nominare questa persona che il collaboratore non vuole, ma non voglio neanche che si scannino.

grazie

Barbara Cappellini

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



Report->

mi preparo ad un dialogo domani con una madre. So già che si presenterà in presidenza da me per chiedere info sui voti e per ottenere una media più alta.

il mio schema:
MADRE: "I voti di mia figlia sono troppo bassi. Esce dalla terza media e vorrei una votazione più alta perché si impegna"

BARBARA: "Se ho ben capito Lei desidera un punto in più di media per Sua figlia per sostenere la Sua autostima"

"Anche io se fossi al Suo posto mi attiverei perché vogliamo solo il bene dei nostri figli"

"Quale vantaggio vediamo insieme Nel proporre a Sua figlia un percorso di crescita armonico e rispettoso dei suoi ritmi, affidandosi alla programmazione e valutazione dei professionisti che in questo caso sono i docenti?"

SCRIVERò POI PER RACCONTARE COSA è SUCCESSO

Barbara Cappellini

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



1°Report

ho potuto esercitarmi solo in un contesto famigliare
Sto pianificando un viaggio a Parigi con mio marito che è un eccellente organizzatore
io sono comunque ovviamente sempre coinvolta nella gestione del viaggio

Nel preparare tutto, anziché le solite domande "dove andiamo? hai preso la piantina?"
sono riuscita ad inserire quanto segue:
"qual è il vantaggio dell'utilizzare il sito RATP.FR?"
(era ignaro del mio esercizio)
ho notato un silenzio riflessivo prima di rispondermi
"riusciamo a valutare perfettamente l'itinerario più rapido"

Carica la foto

Valeria Alemanni

Dirigente Scolastico



Domandologia 1-2



1°Report

A

1) In casa durante una cena tra amici
2) Ogni tanto ho inserito qua e là domande aperte: Cosa ne pemsate del clima di oggi? E della temperatura in casa? E' opportuno accendere il termosifone anche se in Piemonte non abbiamo proroga? Qual è il piatto preferito?
3) La conversazione è rimasta sempre accesa e il clima sereno
4) Le domande aperte e l'ascolto attivo
5) Devo trovare qualche strategia perchè alcuni commensali "troncano" per portare il discorso dove vogliono loro

B

Qual è il vantaggio di fare il calendario degli esami questa settimana?
Ci sono tanti docenti primaria assenti. Perchè ritieni necessario cercare un supplente da domani?
Qual è l'utilità di convocare lo staff prima del prossimo Collegio?

Carica la foto

Marilena Anello

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



1°Report

1) Circostanze e persone. A scuola, con collaboratori con cui sto condividendo la necessità di passare da un sistema cartaceo a uno digitalizzato per la comunicazione sostituzioni docenti assenti.
2) Modalità. Si tratta di un semplice dialogo, ma volto a un cambio di abitudini radicate negli anni (da sempre per comunicare le supplenze interne è stato utilizzato un foglio posato sul tavolo dell'aula docenti, adesso stiamo sperimentando un documento informatico ovvero un Excel condiviso sul registro elettronico: variazione apparentemente irrisoria ma che, come tutti i cambiamenti, genera una certa resistenza). L'esperienza viene narrata in questa sede perché ho utilizzato la domanda aperta perimetrata sui vantaggi apportati dal nuovo sistema informatizzato.
3) Risultati: sono stati riscontrati dagli interlocutori dei vantaggi del nuovo sistema, quali la condivisione e la trasparenza.
4) Strumento nuovo utilizzato: domanda aperta influenzata.
5) Proposito prox volta: devo perfezionare lo strumento rendendolo meno "elementare".

Chiara Casucci

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



Report->

ELENCO DOMANDE PERIMETRATE:

1) In che modo i criteri indicati nelle linee guida possono essere declinati per essere più efficaci per la scelta dei docenti tutor?
2) Quale cornetto mi consiglia stamani che sia meno zuccherato di quello che mi ha fatto assaggiare ieri?
3) Ho visto su Amazon una macchina per il caffè che macina direttamente i chicchi, tutto automatico, con l'opzione di poter scegliere la macinatura, i pezzi lavabili in lavastoviglie e una serie di guarnizioni di ricambio. Quanti vantaggi, anche economici potremmo ricavarci, visto che la Nespresso che abbiamo ha un alto costo di capsule, perde l'acqua ad ogni erogazione nonostante abbiamo già comprato almeno tre nuove guarnizioni?
4) Oggi il tempo è veramente fastidioso, pioviggina e soprattutto tira un forte vento freddo. Visto che sei reduce da una brutta tosse, quali Terme dei dintorni potrebbero essere interessanti e piacevoli per andare ad immergerci nelle calde acque termali?
5) Gli studenti hanno richiesto l'assemblea per giovedì prossimo, ma quali sono gli inconvenienti rispetto alla tempistica, all'organizzazione della sorveglianza e alle numerose sovrapposizioni con le attività didattiche già programmate?

Carica la foto

Chiara Casucci

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



1°Report

Viaggio in auto per accompagnare all'aeroporto mio figlio che vive a Londra.
Nel parlare della settimana passata insieme, mio figlio osserva che non faccio una vita molto sana: troppo cibo ed elaborato, attività fisica inesistente. Quindi, elenca una serie di indicazioni precise, basate sulla sua esperienza, che dovrei mettere in atto, tipo: "dovresti fare come me, dopo anni che mi svegliavo tardi e spesso di cattivo umore, ho scoperto che alzarmi molto presto e andare subito in palestra per fare un'ora di attività fisica, poi a casa una bella doccia, colazione con cereali biologici, frutta fresca e uno yogurt naturale, mi disponeva positivamente ad affrontare la giornata. Una sana abitudine, che mi è costata tanta fatica i primi giorni, che però ha dato uno stimolo positivo per affrontare serenamente la giornata".
Invece di seguire l'istinto con risposte con le quali avrei ribattuto che, pur essendo d'accordo sulla necessità di curare maggiormente la mia salute fisica a beneficio di quella mentale e interiore, non credevo fosse necessario e/o fattibile "copiare" la sua esperienza, ho riflettuto qualche momento e, dopo qualche respiro ho posto la mia domanda perimetrata: "Dato che, come sai, per il mio lavoro devo già alzarmi presto e non avrei tempo sufficiente per la palestra, né per fare esercizi mirati in casa, non trovi che sia già un miglioramento se mi impegno ad uscire nel primo pomeriggio e farmi una bella camminata in campagna con il babbo per una mezz'ora i primi giorni per arrivare ad un'ora piena?".
Ovviamente, la riflessione/proposta su un aspetto positivo più allineato alle mie aspettative e possibilità ha prodotto il risultato: mio figlio si è sentito orgoglioso per avermi aiutato nella direzione di una vita sana che influisca positivamente sul benessere fisico e mentale.

Carica la foto

Lorella Fantini

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



1°Report

A)
Scambio di mail con la docente Funzione Strumentale intercultura a proposito della classe in cui inserire un alunno neo arrivato in Italia per cui il padre chiede l'iscrizione ad una classe anagraficamente minore del figlio.
"Quale vantaggio c'è nell'iscrivere il bambino nella classe 3 B invece che nella classe 4 B considerando che entrambe sono a tempo normale mentre il genitore preferisce il tempo pieno?"
La domanda è stata trasmessa al padre in questione. che ha ribadito la preferenza per la classe minore per permettere al figlio di imparare meglio l'italiano.
Non credo di aver usato strumenti ulteriori, in questo caso la domanda aperta perimetrata era naturalmente necessaria per capire come procedere.

B)
Mi capita spesso di usare domande del tipo: "Dove sta il guadagno nel.....?" . Tecnicamente dovrebbero essere DAP ma ho il dubbio che risultino aggressive.

Uso spesso espressioni del tipo "Dammi una dimostrazione razionale del perché....." chiaramente non DAP.
Traducibile in "Quale motivazione razionale c'è nel....." oppure meglio introdurre un "secondo lei" per coinvolgere attivamente l'interlocutore?

Vito Chiariello

Dirigente scolastico



Domandologia 1-2



1°Report

Caso concreto per convocazione Collegio dei docenti e Consiglio di Istituto
Dialogo tra me e la mia prima collaboratrice.

Lei:
"Preside, perché non mettiamo in successione cronologica il Collegio dei docenti e dopo il Consiglio di Istituto?"
Io:
"Qual è il vantaggio di questa successione temporale?"
Lei:
"Impegnare un unico pomeriggio"
Io:
"Qual è lo svantaggio della successione temporale'"
Lei:
"Il fatto che si arriva in Consiglio di Istituto stanchi - dopo una mattinata di lavoro e collegio docenti".
Io:
"Bene! Allora secondo lei è più vantaggioso incontrarsi in un unico pomeriggio o in pomeriggi diversi?"
Lei:
"Mi sa che è meglio farli in pomeriggi diversi"
CONCLUSIONE: Collegio docenti e Consiglio di Istituto si sono tenuti in 2 pomeriggi diversi"

Esempi (tentativi) di formulazione di domande aperte
1. Cosa non le piace dell'organizzazione della scuola?
2. Qual è il vantaggio ad incontrare i genitori in presenza? E quale il vantaggio dei colloqui in remoto?
3. Cosa posso fare per lei?
4. Cosa non le piace di quest'attività?
5. Quando è più utile incontrarci in questa settimana per fare il punto della situazione?
6. Dove è più vantaggioso sistemare la fotocopiatrice ad uso dei docenti e della segreteria?
7. Qual è il vantaggio di monitorare settimanalmente la situazione?
8. Chi, a suo parere, possiamo interpellare per ricoprire la funzione di coordinatore di classe?
9. Qual è l'utilità di sanzionare il comportamento dell'alunno se non viene coinvolta la famiglia nel processo educativo?
10. Cosa pensa di ottenere agendo in questo modo?

COMPITI
DOMANDOLOGIA
AULA 1-2-3 – su 60
COMPITI
NEGOZIAZIONE
AULA 1-2-3 – su 60
COMPITI
TEAMBUILDING
AULA 1-2-3 – su 60