Quando usare leadership situazionale | Giovanni Sebastiano Cozza

LEADERSHIP – Quando utilizzare la Leadership Situazionale

Quali sono i segnali che indicano la necessità di introdurre la Leadership Situazionale?

Quando noti nei tuoi interlocutori: scarsa attenzione ai RISULTATI. Paura della DISCUSSIONE. Tendenza a sottrarsi alla RESPONSABILITA’. Tendenza ad un impegno troppo BASSO.  Il TEMPO è sempre troppo poco. Il mio interlocutore non CRESCE come vorrei. Basso livello di FIDUCIA reciproca. Talvolta sono CRITICATO dal mio interlocutore. Non posso SOSTITUIRE i miei interlocutori. L’interlocutore di cui mi fido, talvolta SBAGLIA. I miei interlocutorie non è MOTIVATO, nonostante le gratifiche personali.

La Leadership Situazionale è uno strumento pragmatico per ridurre queste disfunzioni, intervenendo sulla qualità della comunicazione. L’aspetto più significativo della teoria della leadership situazionale, elaborata da Hersey e Blanchard negli anni ’70, è di aver superato i “dogmatismi” delle precedenti teorie sulla leadership, affermando che:

“Non esiste un modo “giusto” di essere leader. Non è possibile definire un solo stile di leadership che sia coerente alle diverse possibili situazioni. Al contrario, lo stile deve essere scelto in funzione delle diverse situazioni  e delle diverse caratteristiche  delle persone che il leader si trova a gestire”.

Tu conosci già sicuramente queste 4 capacità fondamentali della comunicazione manageriale:

essere direttivo
Affidare un compito, spiegare come deve essere fatto e controllare frequentemente durante l’esecuzione.

saper delegare
Affidare un compito, controllare solo al termine.

saper formare
Comprendere che il collaboratore non è competente per il compito che gli vuoi affidare. Perciò ti prendi del tempo per formarlo e informarlo.

saper motivare
Quando un collaboratore non è stimolato a portare a termine il compito affidato, vuol dire che c’è un ostacolo nascosto o manifesto che lo frena. Il tuo compito è di scovarlo ed aiutarlo a superarlo, con molta empatia da parte tua.

A chi serve?
• A tutti coloro che sono in una posizione gerarchica (Manager, Imprenditori, Genitori, Allenatori, Insegnanti, etc).
• Commerciali evoluti
• Ruoli in procinto di ottenere una promozione verso una posizione gerarchica .

A chi non serve?
• A chi non è in una posizione gerarchica.
• Ruoli troppo junior.
• Chi pensa che fare “alla vecchia maniera” ha sempre funzionato.

Utilizzando la Leadership Situazionale puoi ottenere: Incrementare la motivazione dei tuoi interlocutori.  Incrementare la crescita personale del tuo interlocutore (coaching).  Ottenere più risultati dal tuo interlocutore.  Gestire meglio il tempo proprio e quello del tuo interlocutore.  Capire dove sei efficace e dove meno. Capire dove devi migliorare il tuo o stile di guida.  Analizzare quali sono i tuoi stili di leadership preferiti e  quali soni quelli veramente efficaci.  Capire quali sono le situazioni in cui demotivi i tuoi interlocutori. Capire quale è la differenza di percezione tra te e i tuoi interlocutori. Capire come modulare meglio il processo di delega.

Come fare in modo che questo modello molto efficace (che è descritta in un libro di 486 pagine) venga realmente applicato da ciascuno? Con molto allenamento. Ma prima comincia a leggere del materiale o ad usufruire di un video corso. Dopo che avrai fatto questo avrai bisogno di un feedback da parte di un esperto (in aula o in sessione individuale).

Come primo passo verifica gratuitamente le tue abilità di guida e leadership per scoprire dove fai bene e dove puoi migliorare con questo test online. Il test verifica quanto sei efficace nel mettere in pratica le 4 capacità fondamentali nel rapporto con i tuoi interlocutori: essere direttivo,  saper delegare, saper formare, saper motivare.

Clicca qui per accedere al test ON LINE per la Leadership del MANAGER

Clicca qui per accedere al test ON LINE per la Leadership dell’ ALLENATORE

Recent Posts

Scrivi quello che vuoi cercare e premi invio!

Leadership: come ottenere il massimo dai propri collaboratoriLeadership Situazionale, se il leader diventa camaleonte